Ancora una volta sulla depressione: perché si presenta e come vincere

Molto è stato scritto e detto sulla depressione, ma finora questa malattia rimane un flagello del 21 ° secolo, quasi una nuova conversazione su questo argomento sarà superflua.

La depressione oggi ha acquisito lo stato della diagnosi più frequente, che ci siamo messi in fretta. Ne leggiamo sui siti dei media e sui social network. Ci parlano emotivamente di lei dagli schermi.

In effetti, negli ultimi anni, questa malattia è diventata sempre più rilevante, soprattutto per i residenti di megaicità. L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha a lungo previsto che entro il 2020 la depressione diventerà una delle principali cause di disabilità e prenderà il secondo posto nella classifica delle https://accademiaifilarmonici.com/le-signore-istruiscono-i-signori-10-trucchi/ malattie dopo i problemi del sistema cardiovascolare.

Ognuno di noi ha i suoi bisogni individuali e li soddisfiamo a modo nostro. Questi sono esigenze semplici e comprensibili di riconoscimento, affetto, comunicazione sana, riposo. Tuttavia, succede che non abbiamo l’opportunità di realizzare anche questi semplici desideri. Devi sopprimerli, abbandonando l’importante e il necessario.

Tutto ciò che sembra essere lì: riparo, cibo e acqua – ma nella scelta delle azioni non siamo liberi. Di conseguenza, i nostri compagni costanti desiderosi e noia.

Rimozione dalla natura, dalla fede, dai semplici significati della vita, ci uniamo alla corsa per la sua qualità. Questo inseguimento richiede di abbinare i campioni selezionati, tenere il viso, cercare delineato a tutti i costi. È interessante notare che questa strategia influisce non solo sui problemi di carriera, ma anche nell’area delle relazioni. L’auto viene lanciata e i risultati esacerbano solo la situazione.

Segni di depressione

Come capire che hai la depressione? Una caratteristica comune è un atteggiamento negativo per:

  • te stesso,
  • Il mondo,
  • verso il futuro.

Ciò che non aiuta affatto nella depressione sono gli slogan motivazionali, le storie che qualcuno è ancora peggiore e l’ammortamento delle nostre esperienze.

Quando non abbiamo la forza, quelli che ci circondano non ci supportano e siamo lasciati soli con noi, le nostre condizioni dipendono dalla capacità di supportarci. Dalla capacità di prendersi cura di te stesso, di realizzare il tuo valore, non andare alla necessità di corrispondere e non concentrarsi sulla valutazione di.

Nella fase iniziale della depressione, possono aiutarci:

  • La capacità di supportarti,
  • Il desiderio di formare nuovi supporti interni, trovare nuovi significati,
  • volontà di valutare obiettivamente la tua condizione e accettarla come punto di partenza.

Cosa fare se trovi segni di depressione

Se hai notato i segni sopra descritti, ma non vi è alcuna possibilità di contattare uno specialista, prova almeno a cambiare la solita modalità di vita:

  • Includere passeggiate obbligatorie in natura nel programma,
  • Fatti andare in palestra,
  • Usa pratiche meditative.

La meditazione è riconosciuta come uno strumento efficace per lavorare con depressione e ansia. Le tecniche per lavorare con pensieri negativi possono diventare particolarmente risorse. Grazie a loro, troviamo ed eliminiamo gli errori del pensiero: forme di pensiero “virale”. Formiamo nuovi atteggiamenti basati su un’adeguata valutazione degli adulti della realtà. Ci liberano dalla prigionia delle conclusioni “Tutto è male”, “nessuno mi ama”, “niente funzionerà”, “non ho alcuna possibilità” e così via.

Come risultato del passo in modo ecologico che lavora con noi, abbiamo l’abitudine di un umore positivo di base nella valutazione di ciò che sta accadendo, impariamo ad auto -assistenza e cura per noi stessi, acquisiamo l’abilità di creare e consolidare gli atteggiamenti di un atteggiamento positivo nei confronti del mondo e della nostra vita.

About the Author

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may also like these

No Related Post

X